Gli insegnanti dei corsi di oreficeria

Docente di design del gioiello Insegnanti di gioielleria Maestri della scuola orafa Insegnate corso orafo Insegnanti di gioielleria Docente del corso di oreficeria

Ignacio Victor Elizari ~ oreficeria, cera, smalto

Si laurea in Architettura a Buenos Aires nel 1994 e parte per l'Italia per seguire una delle sue grandi passioni: la pittura.

Approda a Firenze, dove studia arte per un anno presso la scuola "Charles Cecil Studio". Nel frattempo conosce artisti ed anche artigiani orafi e frequenta i loro laboratori. Comincia ad interessarsi fortemente alla perfezione delle tecniche che loro utilizzano. Inizia così un nuovo percorso che lo porta ad apprendere le tecniche della microfusione, della cera persa e dello smalto nei corsi di formazione professionale tenuti dalla Regione Toscana. Lì apprende inoltre le tecniche dell'incassatura dal maestro Carlo Pestellini. Dopo questa esperienza, che si conclude nell'anno 1998, inizia a collaborare stabilmente con i laboratori orafi creando modelli in cera, pongo e plastilina. Collabora anche con alcune scuole fiorentine in qualità di insegnante di cera e smalto. Lavora stabilmente presso la scuola Metallo Nobile dal 2001 in qualità di coordinatore di tutti i corsi e maestro di oreficeria, smalto e cera.

E' coinvolto inoltre nei progetti di trasferimento di know -how ed innovazione, attuati in collaborazione con la Ditta "Azza Fahamy Jewellery"e l"istituto Tecnologico dei Metalli e dei Gioielli"; progetti finanziati dal Ministero dell'Industria Egiziano.

Nel 2009 ha tenuto anche, per conto della scuola Metallo Nobile, il corso denominato: "Lavorazioni orafe: disegno ed incisione; realizzazione manufatti con traforo in stile fiorentino", corso inserito nel catalogo sperimentale dell'offerta formativa della Provincia di Firenze e finanziato dalla Regione Toscana.

Ama la pittura, passa molto del suo tempo libero a dipingere, balla il tango argentino e lo insegna.

 

Le botteghe orafe
e la formazione artistica

Numerosi artisti fiorentini del Rinascimento si sono in parte formati nelle botteghe d'oreficeria. Tanto per fare qualche esempio Ghiberti crebbe nella bottega orafa del padre, e più o meno negli stessi anni si formavano in questa attività Brunelleschi, Donatello e Luca della Robbia.

Bottega dell'orafo, dal De spherae (1480-1490)